I costi per la GDO sono in aumento, si apre un altro fronte?

I costi per la GDO sono in aumento, si apre un altro fronte?
 
Aprile 2018. C’è una voce, quella dei costi, che sta emergendo, nonostante tanti altri indicatori stanno virando verso il positivo, anche se molte voci andrebbero verificate a parità di rete, calcolo quasi impossibile da fare.
 

 
Gli ultimi dati di Mediobanca riportano che l’ebit margin (margine operativo netto/fatturato) vede Esselunga con il 6%, Eurospin 5,6%, Lidl Italia 3,7%, Finiper 3,4%, Selex 2,9%, Conad 2,5%, Pam 0,9. Altri gruppi hanno chiuso il 2016 con il segno meno.
 
A parte questi dati, bisogna rilevare l’aumento dei costi generali che comprendono molte voci, dalla logistica ai cedi ai pdv: sono aumentati di quasi un punto percentuale. Il contenimento dei costi è un obiettivo di tutti, ma è difficile ricavarli dalla gestione caratteristica senza peggiorare il livello dei servizi e quindi intaccare la percezione della clientela.
 
È un aspetto che va ponderato con attenzione.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato