Il posizionamento del benessere. Il caso dell’ortofrutta di Tigros


Il posizionamento del benessere. Il caso dell’ortofrutta di Tigros

Settembre 2018. Il benessere della persona è un tema recente entro il quale si stanno misurando diverse imprese.
 
Il benessere nella spesa e nel consumo soprattutto è una promessa non indifferente che non può essere utilizzata in chiave tattica.
 
I benefici per il retailer sono:
. la differenziazione dai competitor,
. una maggior aderenza ai nuovi stili di vita dei clienti.
 

 
Il caso di analisi di RetailWatch è il Tigros di Castellanza (Va), un bacino commerciale interessato dall’apertura del primo Aldi in Italia.
 
Il supermercato Tigros è stato rivisitato sia nel layout sia nel visual merchandising più volte. Il reparto ortofrutta è il primo reparto dall’ingresso. In questo modo l’esercizioo commerciale sembra nuovo. Purtroppo i reparti successivi non sono stati trasformati come è successo nell’ortofrutta.
 
. La comunicazione è molto decisa.
. Non sembra esserci una declinazione gerarchica.
. La declinazione nei sotto reparti è discontinua ma è comunque interessante.
. Molto interessanti le schede di prodotto con indicazioni merceologiche non banali.
. Solo per le banane c’è un accenno all’every day low price.
 
Il risultato è molto apprezzabile ed è sicuramente un passo in avanti verso un nuovo posizionamento. Peccato che un simile intervento non sia stato fatto per tutti i reparti del supermercato.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato