Elogio della toilette di Starbucks di cso Garibaldi a Milano

Novembre 2018. Nei locali con somministrazione la toilette è un obbligo di legge. La stragrande maggioranza dei locali rispetta l’obbligo di legge ma le costruisce con risparmio di materiali e di finiture.

Come la retail community sa bene nei supermercati la Toilette con la T maiuscola la fa esclusivamente Esselunga.

Nei bar eleggiamo (Premio per la toilette dell’anno) quella Starbucks come rappresentativa in una categoria (i bar) che non sa neppure cosa sia un simile locale di servizio come questo fotografato in cso Garibaldi a Milano.

. La porta di ingresso è scorrevole, la maniglia è in ottone come tutte le finiture del locale

. I materiali interni sono costosi, lo si vede bene dall’asse del water close, dal portarotoli della carta, dallo scopino e dallo specchio,

. Il lavandino segue i canoni della casa e non risparmia nell’investimento, è ben ergonomico e solido.

Unica nota negativa, ma ci passiamo sopra, gli angoli della parete quando incrocia il pavimento non sono concavi, per una migliore e più veloce pulizia, come quelli di Esselunga.

Votazione: 5/5, il massimo, la media dei bar non prenderebbe che un misero 2/5.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

1 commento
  1. Concordo con il Direttore l’importanza della toilette nei locali pubblici, dove difficilmente è un servizio in ordine e soprattutto confortevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato