40.000 genovesi scelgono la spesa online da Basko ogni mese

Novembre 2018. In crescita il canale e-commerce dell’insegna supermercati del Gruppo Sogegross, che lancia la nuova campagna “La spesa come vuoi tu”.

Basko, insegna dei supermercati del Gruppo Sogegross, amplia la sua offerta multicanale, presentando al pubblico nuove modalità di fare la spesa. Di fronte ai ritmi concitati di ogni giorno e alla viabilità spesso congestionata del capoluogo ligure, Basko propone soluzioni alternative alla spesa in negozio.

I genovesi possono scegliere di fare la spesa in vari modi:

  • in negozio con consegna a domicilio entro 3 ore;
  • acquistando online e fissando la consegna su appuntamento il giorno stesso o nei giorni successivi;
  • prenotando la spesa online e ritirandola già pronta nei sacchetti all’ingresso del negozio o direttamente dalla propria auto nei parcheggi riservati;
  • tramite l’ordine telefonico sempre con consegna a domicilio, servizio dedicato ai possessori di Prima Card 65 e ai disabili.

A questi servizi si aggiunge novità dell’autunno, il ritiro presso il locker. Il locker di Genova Nervi, armadietto refrigerato con sportelli automatici la cui sicurezza è garantita da un codice che il cliente riceve al momento dell’ordine sul sito www.basko.it, è posizionato presso il cavalcavia Carlo Negri (all’altezza dello svincolo autostradale), location ideale per chi si sposta in auto.

Vicino al locker sarà possibile acquistare, da un apposito distributore automatico, piante e fiori.

“Si tratta di un’innovazione già diffusa in Europa e che abbiamo voluto introdurre a Genova, in un punto di intenso passaggio carrabile, per arricchire ancora di più il ventaglio dei servizi a disposizione dei nostri clienti che possono fare la spesa in tanti modi diversi, in base alle proprie preferenze – afferma Lucia Bruzzone, digital manager di Basko – Non esiste più una demarcazione tra negozio e online, le persone vogliono provare, sperimentare soluzioni intelligenti per la propria comodità e lo fanno alternando le varie modalità di spesa a seconda delle specifiche esigenze del momento”.

Una novità importante nel settore alimentare è rappresentata dalla crescita del commercio elettronico. Se infatti acquistare online prodotti elettronici, accessori, editoria, abbigliamento è abitudine consolidata ormai da diversi anni, il settore alimentare ha impiegato più tempo ad affermarsi in questa evoluzione delle abitudini di spesa. I dati sono incoraggianti e attestano un trend in crescita costante: “A oggi il nostro e-commerce, che copre la provincia di Genova, vanta una media di 40 mila clienti al mese, prevalentemente donne (dai 25 ai 44 anni), di cui oltre il 50% acquista da smartphone, magari in mobilità, durante gli spostamenti con i mezzi pubblici o la pausa pranzo – precisa Bruzzone – La fascia di utenti che ci ha riservato più sorprese è però quella degli over 65 che acquistano online in completa autonomia: un dato forse sorprendente ma indice del fatto che i clienti, e giovani, stanno innovando le loro abitudini di acquisto anche per fare la spesa”. Mentre la grossa fetta di chi già ricorre alla spesa online sono soprattutto giovani donne, spesso madri, che lavorano e hanno poco tempo, e sono quindi spinte dal risparmio di tempo che il servizio offre soprattutto per la spesa settimanale di scorta, le persone più senior ne fanno invece soprattutto una scelta di comodità per evitare il trasporto di borse pesanti.

L’insegna, con questi servizi, si avvicina ancora una volta ai consumatori e interpreta anche in questo modo le esigenze e le specificità del territorio.

“Basko desidera rendere la spesa per i propri clienti un gesto semplice e piacevole – spiega Giovanni D’Alessandro, direttore Basko – Quale modo migliore se non quello di fare scegliere loro il servizio più adatto alle proprie esigenze? Noi ne mettiamo a disposizione ben 5. Vogliamo che ognuno possa scegliere la soluzione più comoda perché la spesa possa davvero diventare come, dove, quando vuoi tu, coerentemente con il claim dell’insegna ‘Ogni giorno è un buongiorno’”.

Alcuni dati sui consumi online

Dall’ultima ricerca svolta dall’Osservatorio Multicanalità del Politecnico di Milano risulta che oltre 35 milioni di italiani (il 67% della popolazione over 14 anni) abbiano usato Internet per i propri acquisti, sia comprando direttamente online (oltre 23 milioni di persone, 44% sul totale) sia usando il digital per raccogliere informazioni, per comparare i prezzi, per recensire o dare feedback su prodotti o per il supporto post-vendita.

Quest’anno le vendite del Food online hanno rappresentato il 4% del totale di vendita di prodotti dell’e-commerce italiano (dati Osservatorio e-commerce B2C Netcomm). Primo fattore che determina questo cambiamento anche per la spesa alimentare è la maggiore attenzione dei consumatori verso la convenienza a 360 gradi, ovvero non solo economica ma soprattutto intesa come risparmio di tempo e ricerca di comodità. A questo si aggiunge la rapidità di consegna, la ricerca di prodotti specifici e di contenuti informativi.

Non solo i più

Eros Casula

Lavora nel mondo IT da quasi 22 anni, dal 1998 al 2002 ha lavorato per multinazionali IT e caseari ricoprendo il ruolo di project manager, dal 2002 a oggi è libero professionista.

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato