Conad del Tirreno acquisterà 21 immobili al 2021

 

Dicembre 2018. Cattolica Immobiliare e CONAD del Tirreno hanno perfezionato oggi il closing per incrementare l’investimento iniziato con il Fondo Mercury nel 2016 da Cattolica Assicurazioni, CONAD del Tirreno, CONAD Adriatico e CONAD CentroNord. La nuova operazione si realizzerà attraverso un Fondo di nuova costituzione, gestito da Savills IM SGR, e partecipato al 90% dal Gruppo Cattolica e da Conad del Tirreno per il 10%. Il Fondo prevede l’acquisizione entro il 2021 di 21 immobili commerciali di nuova o recente costruzione, dislocati in 4 Regioni e 18 città italiane, per un valore immobiliare complessivo pari a €150 milioni.

“L’apporto di nuovi capitali al Fondo Mercury – ha dichiarato Alberto Minali, amministratore delegato del Gruppo Cattolica Assicurazioni – ci consente di rafforzare il grado di diversificazione geografica e settoriale degli asset del nostro patrimonio immobiliare, in linea con i principi chiave del Piano Industriale 2018-2020. Allo stesso tempo, con questo investimento Cattolica rafforza ulteriormente la propria partnership con CONAD, cooperativa tra i leader di mercato nel settore della GDO, con la quale contiamo di proseguire nella nostra attività di investimento per rafforzare le rispettive posizioni di mercato”.

“La realizzazione del nuovo Fondo è parte di un percorso avviato più di due anni fa con Cattolica Assicurazioni, che mette in comune i valori di due imprese entrambe attente al territorio e desiderose di promuovere sviluppo e spinta economica», commenta Ugo Baldi, amministratore delegato di Conad del Tirreno. “Per quanto riguarda Conad del Tirreno l’acquisizione di immobili a uso commerciale rientra in un progetto che prevede l’apertura di nuovi punti vendita, e costituisce per la cooperativa un’opportunità di sviluppo le cui ricadute positive saranno tangibili su tutto il territorio, in termini di ricchezza e occupazione. Iniziative di questo tipo gettano le basi per guardare al futuro con ottimismo e per porsi nuovi e importanti obiettivi di crescita e rafforzamento”.

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato