I multipli del lineare nelle avancasse a self payment in Esselunga

Gennaio 2019. Le avancasse di tutte le tipologie di vendita sono state per anni fonte di introiti per tutte le insegne della GDO. Sono state sfruttate abilmente dalle grandi multinazionali italiane e straniere che le hanno trasformate in una sorta di monopolio.

L’introduzione delle casse self payment ha interrotto per alcuni anni questo circolo virtuoso perché l’organizzazione dello spazio orizzontale e verticale non si poteva più sfruttare in modo soddisfacente. In questo modo i retailer hanno perso marginalità e l’IDM vendite.

Alcuni punti di vendita hanno cercato in questi ultimi tempi di introdurre forme di esposizione e di vendita.

Questo sistema adottato da Esselunga nel suo superstore di viale Famagosta a Milano, apertura già commentato da RetailWatch, permette un nuovo modo di esporre alcuni brand e prodotti, sia formando una sorta di categoria, sia presentando una serie di prodotti utili e quasi indispensabili.

È una soluzione gradevole, relativamente invasiva, che permette una esposizione ottimale e non penalizzante, nella zona del self payment, zona, che va ricordato, scelta dai clienti per abbattere i tempi di permanenza nell’area casse.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato