B8TA/NY: come vendere l’elettronica attraverso prova e informazioni

Marzo 2019. Questa di B8TA è una vera lezione di marketing del retail, per di più in un settore come quello dell’elettronica di consumo che ha già fatto abbastanza morti e feriti.

Il problema che ha risolto B8TA è:

. meglio un assortimento ridotto e ragionato piuttosto che ampio e profondo,

. le informazioni oggi non sono un problema,

. i costi del personale, se aiuta a vendere, non sono più costi,

. tutti i prodotti si possono provare, se si rompono (e si rompono), il costo è già nel conto economico.

La location

BrooksfieldPlace a Manhattan-Ny è un centro commerciale particolare. Sorgeva già prima dell’abbattimento delle Due Torri nella stessa posizione. È stato ampliato.

Il negozio

Non siamo in un negozio strutturato, ma in un corner aperto, al livello +1. È, di fatto, uno show room. Il presidio del personale è composto da 1, 2 persone max.

Il cliente etra nel box, il personale saluta con enfasi e si mette a disposizione. Se il cliente non lo interpella continua nelle sue operazioni.

L’assortimento è composto da ca 20 referenze di elettronica di consumo, ma anche di elettrodomestici alto di gamma. Tutti i prodotti si possono provare. Ogni prodotto ha a fianco un tablet collegato on line che è a disposizione del cliente per ricavare informazioni tecniche ma anche giornalistiche del prodotto che sta osservando, si può addirittura fare i confronti di prestazioni e prezzi con altri brand-prodotti.

L’acquisto

L’acquisto si fa on line (è di fatto lo stesso sistema individuato da Bonobos-Walmart) perché il negozio-corner non ha stoccaggio. Le consegne sono a discrezione del cliente.

La sostenibilità di B8TA, Brooksfield Place, Manhattan, NY

Coerenza fra il posizionamento e la sua realtà                    5
Distintività e rilevanza versus i competitor                        5
Rapporto experience-prezzo                                              5
Sostenibilità                                                                        3
Attenzione alle nuove tecnologie e all’innovazione            5
Attenzione ai millenials                                                      5
Attenzione ai senior                                                            4
Creazione di una community                                              3
Trasparenza                                                                                                          5

Scala di valori da 1 a 5, 1 basso, 5 elevato

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato