Le testate di gondola sono doppie, comunica anche il retro. Il caso Trader Joe’s

Aprile 2019. Le testate di gondola sembrano essere diventate un problema. Difficile farle monoprodotto, difficile manutenerle soprattutto il sabato quando il cliente prende il prodotto e magari altri ne cascano dalle pile.

Oltre a valorizzare brand e prodotto, ovviamente, è importante valorizzare la comunicazione della testata stessa.

Il caso di Trader Joe’s a Manhattan con le gondole fotografate in diversi negozi è esemplificativo. Il responsabile della comunicazione pianifica e gestisce la comunicazione in modo autonomo, certo, all’interno di un format di insegna, ma di fatto scrive quel che vuole.

Più interessante ancora perché in genere il retro delle gondole non viene mai riempito è il system utilizzato dal comunicatore di Trader Joe’s per far parlare anche il retro delle gondole.

In genere sono comunicazioni corporate o di operation specifiche di Trader Joe’s che anch’esse vengono lette, magari non cosi frequentemente, ma vengono lette in uno spazio del display che in genere è vuoto.

Da pensare.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato