Quando i manager pensano una cosa e i consumatori tutt’altro. Possibile? Possibile

Luglio 2019. Come vedete dalla tabella qui sotto lo scollamento fra cosa credono i manager e quello che pensano i consumatori sulla sostenibilità a 360° dei prodotti e delle aziende che producono è evidente.

I manager si crogiolano nelle loro certezze, ma i consumatori hanno un altro parere. Il problema è cercare l’equilibrio fra quello che pensano i due soggetti e le buone pratiche da mettere in atto.

Ricerca corporate sugli operatori

Pensate che i consumatori riguardo alla trasparenza nei comportamenti sociali, ambientali, del benessere, della sicurezza della vostra azienda, siano soddisfatti quando comprano i vostri prodotti?

Ricerca sui consumatori

Secondo voi i prodotti che avete acquistato forniscono sufficienti informazioni nei comportamenti sociali, ambientali, del benessere, della sicurezza, da parte dell’azienda produttrice?

È un problema rilevante, questo, perché se i manager credono di essere nel giusto le stesse ricerche di mercato che commissionano non possono che prendere una direzione.

La storia del consumatore al centro ovviamente sembra quasi una bufala e implica le tematiche dell’ascolto, non solo passando dalle ricerche di mercato, ma in dettaglio tutte le evidenze dei social media per cercare di identificare la ragnatela di consensi o di opposizione alle pratiche commerciali svolte.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato