Su cosa sta lavorando Amazon: non solo multicanalità, ma anche…

Novembre 2019. Negli Usa il consumatore compie 24 visite mediamente nei supermercati per acquistare grocery. Come già tentato con Whole Foods 365 (leggi qui), esperimento non andato bene, Amazon vuole lavorare sulla frequenza di visita per portare consumatori sul sito on line Prime. Il grocey, in pratica, è usato come cavallo di troia per vendere un po' tutti i prodotti e i servizi della casa nel marketplace.

Aumentare la scelta

È per questo che, ad esempio in Italia, ha stretto accordi con U2-Unes, NaturaSi e Pam-Panorama, inserendo i loro assortimenti nell’offerta on line. Ma lo stesso ha fatto con Morrisons in GB, o Life in Giappone. Sempre in GB sta lavorando con piccolo artigiani come  Gail’s Artisan Bakery e East London Brewer Company. In Francia ha lanciato La boutique des producteurs con prodotti di posizionamento alto. Continua anche lo sforzo di lanciare MDD, le sue marche del distributore, in tutti i comparti merceologici: questo ultimi devono essere facili da spedire, con frequenza di acquisto alta e in modo consistente.

Prezzi bassi

Amazon ha un algoritmo che lavora su tutti i prezzi del mercato e sceglie poi i prezzi più bassi da offrire nelle sue reti. In Australia in molti casi ha tagliato i prezzi di molti prodotti su Prime del 50%. Negli Usa chi ha Prime e acquista nei Whole Foods ha una riduzione dei prezzi del 10% alla quale si aggiunge un’ulteriore sconto del 5% cash back se usa la Prime Rewards Visa Card.

L’importanza dei negozi fisici

Sono importantissimi per Amazon e fanno parte della strategia di lungo periodo:

. Whole Foods, 502 negozi,

. Amazon Go, 11 negozi senza case (anche se in alcuni per le leggi locali è possibile pagare in contanti,

. Amazon fresh pick up, per il clik&collect,

. Amazon instant pick up, per il clik&collect.

La direzione è chiaramente la multicanalità, on e off line.

Grazie agli algoritmi Amazon è in grado di offrire promozioni e servizi personalizzati per ciascun cliente sia on sia off line.

I negozi offrono collection, restituzione dei prodotti, informazioni approfondite su prodotti e servizi.

La catena logistica è un vantaggio competitivo

Nei primi sei mesi del 2019 ha investito nei truck autoguidati attraverso la tecnologia Balyo, e Dispatch, nella robotica con Canvas Technologies e veicoli elettrici Rivian. E ancora nei droni con Prime Air service.

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato