Alcuni dei record di Lidl Italia, visti attraverso lo studio di Ambrosetti, per la crescita del brand

Ottobre 2019. In un precedente articolo (leggi qui) abbiamo già commentato cosa vuol dire creare valore. Continuiamo nella nostra analisi, delineando chi è Lidl attraverso lo studio di Ambrosetti:

. + di 16.000 occupati,

. 4,7 mld di ricavi,

, 425 mio di investimenti,

. 2.500 referenze in assortimento,

. 80% sono prodotti made in Italy,

. 85% dei prodotti in assortimento sono a marchio Lidl

Il percorso di crescita economica e dimensionale

È la prima azienda per tasso di crescita della GDO negli ultimi 5 anni

Le quote di mercato

Da guardare l’evoluzione fino ad oggi delle quote

L’effetto moltiplicatore di creazione del valore

È necessario sottolineare che pr ogni euro di Valore Aggiunto di Lidl, se ne attivano altri 2,4 aggiuntivi nell’intera economia.

Gli occupati

Lidl è la quinta azienda considerando le società che abbiano raggiunto almeno 4 mld di euro di fatturato nel 2018. Sono state escluse dal perimetro le aziende nel settore dei servizi finanziari e bancari.

L’occupazione femminile

Addirittura le donne con posizioni manageriali in Lidl sono il 43,3% contro la media italiana del 29,5%

La sostenibilità nei territori

Sono indicative del comportamento di Lidl il recupero delle aree degradate

La sostenibilità energetica

Dal 2015 le fonti rinnovabili rappresentano il 100% dello sfruttamento energetico di Lidl, non solo per i punti di vendita, ma per l’intera organizzazione (versus il 18,4% dei consumi elettrici in Italia).

Come dice il finanziera filosofo Warren Buffet: “Oggi c’è qualcuno seduto all’ombra perché qualcun altro ha piantato un albero molto tempo fa”.

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato