La proliferazione dei touch point non fa bene ai fatturati del commercio on e off line

Novembre 2019. Negli ultimi anni i touch point a disposizione del consumatore sono aumentati. Da una parte è un bene, dall’altra questa proliferazione minaccia le vendite.

La società di ricerche Kantar spiega che nel food il numero di touch point toccati dal consumatore raddoppia dal fisico all’on line.

Nel non food, dove il numero di touch point è già elevato cresce ancor di più.

La proliferazione dei touch point crea disordine, ansia e soprattutto abbandono del carrello.

Guardate nella tabella qui sotto la % di abbandono dei carrelli nell’on line. Impressionante. E non scende, nonostante vari accorgimenti tecnologici presi dagli e-tailer.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato