Perché i primi prezzi degli ipermercati Carrefour hanno questa visibilità?

Febbraio 2020. Come tutta la business community sa bene la crescita dei discount è sotto esame da tempo, in particolare il loro pricing.

Esselunga, leggi qui, ha lanciato da tempo in modo molto razionale la linea di primi prezzi Smart, che RetailWatch ha ampiamente commentato. IRi dice che le vendite stanno andando bene, leggi qui. Molti alzano le sopracciglia per il colore del pack scelto dai manager di Pioltello. Troppo banale. A nostro parere invece il giallo si vede molto bene e coloro che nelle singole categorie vogliono acquistare il primo prezzo di Esselunga, Smart, appunto, lo vedono e lo trovano con grande facilità. La visibilità nel facing, nelle gondole, è tutto. Ricordiamo che l’approccio di Esselunga è tipicamente industriale, da industria del retail. Non potrebbe essere altrimenti.

I dirigenti di Carrefour scuseranno questo confronto, ma è solo per capire lo svolgimento dei primi prezzi, nulla di personale verso la catena.

Carrefour ha scelto nei suoi ipermercati di introdurre un portale rosso, molto ben visibile anch’esso. Forse troppo. All’interno del portale troviamo una singola referenza che occupa tutto lo spazio del facing in orizzontale e in verticale. C’è da chiedersi davvero se tutto questo spazio sia ben gestito, data la rilevanza visiva e oggettiva. Va bene contrastare i primi prezzi del discount, ma c’è un limite a tutto.

Soprattutto se poi nell’esecuzione ci scappa una referenza sbagliata. Ma comunque un primo prezzo è pur sempre, e solo, un primo prezzo, non un prezzo bandiera come in questo caso. Il giudizio ovviamente è nostro.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato