Il layout va ripensato, non c’è dubbio. Le persone infatti ignorano i percorsi

Gennaio 2020. Recentemente ho dovuto difendere, ob torto collo, il rifacimento del layout di Esselunga-Priumplina a Brescia. Ob torto collo perché ho dovuto insistere in modo accalorato. In genere non si dovrebbe fare, perché passi per tifoso di qualcuno o qualcosa. E io tifoso non lo sono, almeno professionalmente (privatamente si, come tutti). Probabilmente era colpa di un buon Barbaresco ma la discussione stava prendendo una brutta china.

Esselunga a Brescia Priumplina (leggi qui) ha abbandonato l’ingresso ad autogrill nell’ortofrutta, le casse in linea sul lato più lungo per uscire dopo il pagamento, le gondole a pettine, la corsia promozionale. E altro ancora. Mi sembra un bel passaggio, poi forse alcune decisioni saranno da ripensare e rettificare, ma è un modo importante e professionale di riprogettare il superstore,

Cosicchè la sera sono tornato a casa e ho inviato la tabella qui sotto (Fonte: Coca Cola Research) a tutti i commensali, post Barbaresco, per far capire che nel layout ci sono importanti cambiamenti da fare.

Li sottopongo anche ai lettori di RetailWatch.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato