La spesa al tempo del Coronavirus: rivalutiamo il personale di vendita, sono agenti sociali

Il parere di RetailWatch sul #coronavirus. State a casa, fate la spesa on line, al supermercato ma rispettando le cassiere, gli addetti, i direttori. Hanno un ruolo sociale fondamentale. Solidarietà e rispetto #retail #gdo https://instagram.com/p/B9lxQAbiw2u/

Il messaggio che vedete qui sopra è stato postato inizialmente su Instagram, poi su Fabebook poi su Twitter. Adesso anche sul sito di RetailWatch.

Anche Mario Sassi e Giorgio Santambrogio hanno spiegato bene perché lodare il personale del punto di vendita.

Molti come si sa lavorano alla domenica e fanno straordinari perché indebitati, altri lo fanno per dovere, ma tutti (cassiere, riordinatori, banconisti, direttori e vice direttori e tutte le altre funzioni) stanno assumendo una importanza con il Coronavirus.

Tessiamo anche noi le lodi di tutti i lavoratori del commercio e delle farmacie perché sono diventati dei veri e propri agenti sociali, pagati come prima, ma con un ruolo impensabile fino a poco tempo fa.

Sono loro che sopportano gli urti dei maleducati, di chi chiede semplici informazioni. E la stragrande maggioranza annuisce sorride, sbatte le palpebre, ben sapendo che rappresentano:

. sé stessi,

. l’insegna,

. il brand dell’insegna,

. la comunità dove lavorano,

. l’italianità che tutte le mattine va a lavorare.

Abbiamo consigliato di guardare bene negli occhi le cassieri e i cassieri e i loro colleghi perché la funzione sociale che hanno assunto è importantissima.

Da loro dipende:

. l’ordine,

. la rassicurazione,

. il grado di umanità dell’insegna,

. il grado di autocontrollo di fronte a un avvenimento tragico.

Chi vuole vedere il filmato va sopra al messaggio di Instagram e può vederlo e sentirlo.

Ricordo in questo momento anche le persone come i lavoratori di Auchan e Simply in mezzo al guado. Speriamo che Conad-Margherita e i sindacati trovino una soluzione giusta e equilibrata.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

2 commenti
  1. Bellissime parole.
    Anche noi commessi di supermercati abbiamo dei figli a casa. E quando rientri dopo una giornata di lavoro hai paura di abbracciarli perché dopo che sei stato in un supermercato chiuso a lavorare e stare a contatto con tantissime persone hai paura di attaccargli questo maledetto virus .
    E tantissime clienti neppure pensano che siamo esseri umani anche noi

  2. Complimenti per il servizio e per il sostegno che dà a questa categoria di “eroi”.
    Auspico che le sue parole vengano aacoltate da tutti.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato