Può un alto di gamma sostituire un basic supermkt? Il Viaggiator Goloso/Unes-Finiper a Oggiono (Lc)

Giugno 2020. Il titolo dell’articolo potrà sembrare anche emblematico, ma rispetta il sentiment del giornalista che entra in un alto di gamma, dopo aver visitato, tempo fa, prima della chiusura, un supermercato molto basico. L’insegna dovrà lavorare sul sentiment degli ex clienti per far capire il vantaggio del passaggio e anche per acquisire nuovi clienti in un’area residenziale con un medio-alto reddito.

Architettura e altro

Abbiamo criticato più volte l’architettura de Il Viaggiator Goloso perché non distingueva l’area dei freschi da quella dello scatolame. Qui ad Oggiono il progettista, a nostro parere, è riuscito a superare questo appiattimento lavorando sui soffitti e sul pantone del colore:

. i soffitti dell’area dei freschi sono sottolineati da un continuum di doghe leggere di legno che creano un ambiente, sia in prospettiva, sia nel particolare,

. il pantone di colore scelto per il soffitto si intravvede appena nell’area dei freschi mentre esplode nello scatolame, contribuendo a costruire, di fatto, due ambienti.

Interessanti le nuove decorazioni delle testate di gondola che arricchiscono e spezzano l’atmosfera, sia verso le casse sia verso il lungo esporsi dei banchi a servizio sul lato opposto delle casse.

La location

Nel comune di Oggiono (Lc) sono attivi un Eurospin e un Migross, al quale si aggiunge un NaturaSi. Non molto distante anche un Iperal di Tirelli. L’ex Rex di 1.400 mq è stato completamente rifatto in tutto per tutto con un importante investimento. Il nuovo Il Viaggiator Goloso ha a disposizione un volume con pochissimi plinti e alcune nicchie sfruttate per l’ortofrutta all’ingresso e il reparto vini sul fondo, prima della pescheria. Il personale ex Rex è stato completamente assorbito da Unes.

L’offerta

Ovviamente questo IlViaggiatorGoloso segmenta l’offerta della concorrenza. il Viaggiator Goloso in via Milano 36 a Oggiono, a seguito dell’acquisizione da parte del gruppo Unes sostituisce il discount ex Rex. Il nuovo store, ha come posizionamento: “Il “luogo del cibo felice”, un punto vendita dove trovare sempre una selezione dei prodotti migliori, proposti al prezzo più giusto” che la retail community conosce.

Entrando ecco la grande piazza rettangolare dei freschi. Sono stati aggiunti due pozzi a coppia e la piazza appare ancor più lunga, perché sulla dx il lunghissimo lineare di freschi e freschissimi, amplifica la galleria stessa. L’assortimento dovrebbe essere tarato sulla zona e sui suoi consumi, visto l’alto numero di formaggi duri. I prezzi delle MDD, le marche del distributore, sono eguali a quelli di Milano, sotto lo slim Alta Qualità ci sono nuovi ingressi, come, ad esempio il tè Damman (Gruppo Illy).

Nella macelleria (che era il focus centrale del ex Rex e della famiglia proprietaria) è disponibile un’ampia selezione di carni fresche e di qualità, oltre ad alcune specialità come il Pollo di Bresse DOP, l’Angus allevato in Italia, la carne marezzata di Wagyu e il filetto australiano.

La gastronomia presenta varietà di preparazioni culinarie e una selezione di salumi e formaggi tipici. Importante il banco assistito del pesce con diverse suggestioni pronte da cucinare.

La panetteria è sia servita sia self-service, propone per il momento pane e prodotti da un forno locale. Quando sarà aperto il prossimo Il Viaggiator Goloso a Calco (non lontano da un superstore Esselunga) e sarà installato un forno proprio come quello del flagship di vle Belisario a Milano, anche ad Oggiono l’offerta sarà più ragionata e soprattutto unica rispetto alla zona.

Il Viaggiator Goloso di Oggiono è dotato di un corner sushi e sashimi, a servizio all’ingresso sulla sx.

Il reparto ortofrutta dopo il sushi, appare un po' sacrificato nello spazio e quindi nell’assortimento, ma punta sui prodotti biologici e a Km zero, senza dimenticare la stagionalità, oltre ad un angolo dedicato a piante e fiori.

L’enoteca, come riferito, è installata in un corner e immagina un negozio specializzato con diverse selezioni alto di gamma (su richiesta) e una buona scala prezzi. Subito dopo le casse, sulla dx, è presente un angolo bar e caffetteria a servizio, gestito da terzi. I bar nei negozi Unes, a quel che risulta a RetailWatch, saranno oggetto di un progetto specifico e diventeranno nel tempo di proprietà Unes.

Fra il bar e le casse il cliente trova la toilette (una), pulita durante la visita.

All’uscita un locker Amazon per il click&collect e la spesa on line.

Il fatturato

Stime di RetailWatch: potrebbe raggiungere 11.000 euro al mq, forse con meno scontrini ma con una battuta più alta.

Da questo mese UnesMaxi è entrata in Canova, la capogruppo di Finiper. Probabilmente il gruppo si sta riorganizzando e centralizzando vieppiù.

La sostenibilità di Il Viaggiator Goloso, Oggiono (Lc)

Coerenza fra il posizionamento e la sua realtà                    4
Distintività e rilevanza versus i competitor                        5
Rapporto experience-prezzo                                              4
Sostenibilità                                                                        4
Attenzione alle nuove tecnologie e all’innovazione            5
Attenzione ai Millennial                                                      4
Attenzione ai senior                                                            4
Creazione di una community                                              4
Trasparenza                                                                                                          4

Scala di valori da 1 a 5, 1 basso, 5 elevato

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

3 commenti
  1. Per la precisione a Oggiono non è più presente Eurospin (che era di proprietà Rex) ma TuttOk Discount, sempre gestito da Unes.

  2. Buondì signori, quando leggo la presentazione di un.”forbito”giornalista laureato in lettere, (presumo italiane), che utilizza termini di estrazione esterofile
    quali : slim, corner, retailwatch, locket, click&collect… mi prende l’orticaria! Possibile che con il nostro bellissimo idioma non ci siano vocaboli, termini…equivalenti a quelle brutture esterofile?
    Tutto sommato la recensione del giornalista è espressa per un lettore/cliente italiano, per il quale non è necessaria la spocchia di chi vorrebbe internazionalizzare, con tali termini orribili questo evento.
    Semplicità ed umiltà non guasterebbe e predisporrebbe meglio la clientela… 😇
    Comunque, auguri per la vostra attività, per il vostro non facile impegno, visti i tempi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato