Coop al Governo negli Stati generali: “La sostenibilità richiede investimenti, azzerare l’iva”.

Giugno 2020. Stati Generali dell’Economia. Coop al tavolo con il Governo. “Occorre sostenere la domanda e i consumi dei beni di base delle famiglie con una riduzione dell’Iva e incentivi atti a favorire scelte green da parte dei consumatori. Favorire le necessarie ristrutturazioni post Covid dei punti vendita da parte dei distributori: digitalizzazione e sicurezza sono i due obiettivi primari”.

“Sostenere la domanda e i consumi dei beni di base delle famiglie con una riduzione dell’Iva e incentivi atti a favorire scelte green da parte dei consumatori; aumentare le necessarie ristrutturazioni post Covid dei punti vendita da parte dei distributori. Digitalizzazione e sicurezza sono i due obiettivi primari”. Così Marco Pedroni, Presidente Coop Italia all’incontro con il presidente Conte, i ministri Teresa Bellanova, Stefano Patuanelli e Federico D’Inca agli Stati Generali di Villa Pamphili a Roma.

Per Coop la situazione economica e sociale che ci si presenta davanti non lascia spazio a entusiasmi ed è tale da generare contraccolpi pesanti quali l’aumento delle disuguaglianze e la polarizzazione dei consumi. Per attenuare queste inevitabili conseguenze che possono avere ricadute importanti sia sulla distribuzione che per i settori ad essa integrati, come l’agricoltura e l’industria alimentare, Pedroni ha chiesto una riduzione dell’imposizione indiretta a partire dall’Iva sui beni di prima necessità, oltre a incentivi per raddoppiare la cifra che normalmente le imprese della distribuzione moderna destinano alle ristrutturazioni dei punti vendita (che così passerebbe da 1 a 2 miliardi di investimenti, tali da generare un impatto importante sull’economia del Paese). Qui l’obiettivo è puntare a una necessaria maggiore digitalizzazione imposta anche dalle nuove modalità nel fare la spesa del post Covid, dal garantire sempre più adeguati standard di sicurezza e di risparmio energetico.  Attenzione prestata anche ai consumi e alle produzioni green; se si ha davvero a cuore l’ambiente occorre mettere i consumatori nelle migliori condizioni possibili per scegliere azzerando l’Iva per queste specifiche tipologie. La sostenibilità chiede investimenti.

Eros Casula

Lavora nel mondo IT da quasi 22 anni, dal 1998 al 2002 ha lavorato per multinazionali IT e caseari ricoprendo il ruolo di project manager, dal 2002 a oggi è libero professionista.

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato