Dice Marzoli di IRi che il mainstream va manutenuto e che i primi prezzi di Smart di Esselunga…

SUMMER CARD

Gennaio 2020. Marca Bologna celebra giustamente le MDD, le marche del distributore e il nuovo system dato ai copacker, MDD Partner.

Però i ricercatori avvertono, ed è il loro mestiere, come lo è quello dei giornalisti, di stare attenti ad alcune cose.

  1. La crescita equilibrata, senza strappi, omogenea,
  2. Il mainstream va manutenuto, prima di tutto perché vale il 70% e poi perché riguarda di fatto tutte le categorie. La manutenzione costa, va organizzata, e ci vogliono persone.
  3. L’allargamento della scala prezzi di Esselunga con le linee Smart nel food, leggi qui, e non food, leggi qui, vanno bene. Marzoli consiglia di seguire il caso e di fare un ragionamento su come contrastare i discount.
Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

1 commento
  1. Credo che una crescita equilibrata sia possibile solo attraverso una disruptorvision.
    Il mainstream dovrà avvalersi sempre di più della disruptorvision.
    i discount si potevano contrastare, scelta inutile visto gli eventi inattesi del periodo storico, La familiarità” che trasmettono ALDI su tutti, poi LIDL e MD è superiore ripetto a tutto il resto, che dipende dal format…certo è che alcune insegne, tipo Bennet in alcuni PV sono “squallidi” come emozionabilità…e se qualcuno dei due, ALDI o LIDL iniziasse il delivery oppure consorziasse a se piccoli PV indipendenti dei piccoli centri se ne potrebbero vedere delle belle.
    Un cordiale saluto
    rmchaver

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato