E nel frattempo Lavazza a New York rilancia brand e come deve essere caffè e cappuccino

Settembre 2020. Nonostante il lockdown e le sue conseguenze Lavazza ha rivisto da qualche tempo il suo concept da Eataly a New York per:

. puntualizzare il brand,

. arricchire l’offerta,

. ribadire come si fa il capuccino,

. lanciare il box,

. sottolineare il sistema del caffè italiano.

I competitor non mancano in questo mercato, ognuno con le sue caratteristiche.

Starbucks ha un piano di razionalizzazione delle aperture, ma sta rilanciando su un nuovo system basato sulla velocità di consegna (leggi qui). Il cliente ordina via smart phone e lo ritira in una sorta di click&collect. Quando il cliente arriva il suo caffè (o frappuccino) è già pronto sullo scaffale (con il suo nome) e lo deve solo ritirare.

È la battaglia sul tempo di consegna, iniziata da Amazon.

Da una parte l’uso e il risparmio del tempo (Starbucks, che sarà presto imitato da altri), dall’altro il concetto di valore del prodotto unito al saper fare della cafeteria e del preparatore (Lavazza).

Sono i due antipodi sul quale il mercato e le scelte di acquisto e di consumo si stanno misurando. Un caffè-cappuccino in mezzo, con i suoi valori di marca e il suo valore di prodotto.

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato