Un grande retailer si vede nei momenti di difficoltà. Cos’ha fatto Walmart durante il #coronavirus?

Ottobre 2020. Il cinema drive in nella nostra penisola non c’è, ma è una grande consuetudine negli Usa.

Le foto qui sotto ritraggono una azione svolta da Walmart durante il #coronavirus e il problema dell’affollamento e della distanza e della salute individuale.

Walmart ha trasformato e attrezzato i suoi parcheggi semivuoti in drive in per assistere in auto alla proiezione di un film.

È stata una iniziativa con un costo contenuto e con risultati importanti per Walmart:

  1. Ha ribadito la sua presenza sul territorio rassicurando le persone in uscita da casa che tutto sarebbe stato fatto senza evadere le regole di salute pubblica,
  2. Ha ribadito la sua funzione sociale oltre ché commerciale, invitando le persone ad unirsi ad altri della comunità, pur mantenendo i parametri di sicurezza,
  3. Ha lavorato sulla brand loyalty e sul lungo periodo,
  4. Ha svolto una iniziativa che il suo competitor diretto dell’on line, Amazon, non avrebbe potuto fare.

Tante volte basta poco, un po' di fantasia e di coraggio, per trasformare un ostacolo in uno momento di successo.

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato