Quando la sostenibilità fa rima con personalizzazione. Il caso Allbirds a Manhattan

Ottobre 2020. Allbirds è una catena Usa di 21 negozi di calzature (uomo-donna-bambino con una sola exetetion line, le calze) 4 dei quali sono anche 2 a Londra, 1 a Berlino e 1 ad Amsterdam).

Il  negozio visitato e recensito da RetailWatch è al 73 di Spring St. Manhattan, New York, NY 10012.

Il titolo dell’articolo avvicina sostenibilità (per le materie prime usate) e personalizzazione (fatta nel negozio direttamente dal cliente) e dimostra una delle tante vie che il retail post #coronavirus può intraprendere:

  1. Rispetto per il cliente-cittadino,
  2. Rispetto per la natura, il prodotto è dotato di carta identità footprint,
  3. Trasparenza del ciclo di produzione e vendita,
  4. Profondità di informazione dei materiali usati, ma anche della mission del retailer,
  5. Personalizzazione,
  6. Omnicanalità vera accentuata.

I materiali usati sono:

  1. Lana merino certificata,
  2. Legno, certificato FSC,
  3. Canna da zucchero,
  4. Trino (lana merino e legno)
  5. Bottiglie di plastica riciclata,
  6. Nylon riciclato,
  7. Cartone riciclato per le scatole di cartone.

Le calzature, così prodotte, hanno un design semplice, un comfort speciale per le materie utilizzate.

Il negozio visitato ricalca la mission dell’azienda:

  1. Semplicità,
  2. Ordine,
  3. Ergonomia degli spazi,
  4. Professionalità competente delle persone,
  5. Informazione esaustiva e profonda.

La sostenibilità di Allbirds, Mnhattan, New York

Coerenza fra il posizionamento e la sua realtà                    5
Distintività e rilevanza versus i competitor                        5
Rapporto experience-prezzo                                              5
Sostenibilità                                                                        5
Attenzione alle nuove tecnologie e all’innovazione            4
Attenzione ai Millennial                                                      4
Attenzione ai senior                                                            4
Creazione di una community                                              5
Trasparenza                                                                                                          5

Scala di valori da 1 a 5, 1 basso, 5 elevato

Luigi Rubinelli

Giornalista e esperto di retail e di consumi, laureato in Lettere. È il direttore responsabile di RetailWatch.it. E’ stato fino a maggio del 2011 Direttore responsabile del mensile Mark-up che ha contribuito a fondare nel 1994. È ...

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato