Antonello Vilardi

Laureato in Scienze Politiche, nella GDO dal 1999 in ruoli di responsabilità per conto di numerose insegne, autore di “Intermediazione commerciale nel settore Grocery” – Booksprint Ed. – 2010 e “Promomerchandising Complementare” – Bonfirraro Ed. – 2014, collabora con l’istruzione ...




UniCoop Tirreno e i magnifici sette (coltelli)

Il “7” è considerato numero della filosofia e dell’analisi, simbolo della ricerca mistica; nel caso più consono alle esigenze della massa dei consumatori, servita da UNICOOP TIRRENO, tra il 13 Settembre e il 28 Novembre questa numerazione tende a “magnificare” l’utilità di un normale set composto da sette…
0 Shares















“Punti Benza” e la partneship GDO-IDM

Tra il 15 Maggio ed il 10 Giugno, CARREFOUR ha suscitato l’interesse dei consumatori connettendo due esigenze fondamentali: “fare la spesa” e “risparmiare sul carburante per l’automobile”. Non si tratta del solito meccanismo per incrementare la pressione promozionale attraverso l’impostazione…
0 Shares


















Il click&collect nelle GSS, il caso Scarpe&Scarpe

Destrutturandosi nell’approfondimento di gamme secondo la ricerca attenta del miglior soddisfacimento alle esigenze dei consumatori, con proposte a prezzi vari e qualità sicura, la distribuzione moderna incontra oggi sempre più spesso la “specializzazione”: la serve con  dotazioni che tecnologia e strategia logistica le possono consentire…
0 Shares



UniCoopFirenze e la razionalizzazione del superstore

In una città come Prato, che ha quasi 200.000 abitanti, esigenze e prestazioni per soddisfare i soci-consumatori si attestano su numeri alti. Provvedervi in misura efficace, senza costose dispersioni, comporta condotte ispirate dal criterio della “razionalizzazione”: quanto interpretato da UNICOOP FIRENZE, con il superstore di via delle Pleiadi 11/13 (Centro Commerciale Parco Prato), rappresenta…
0 Shares



Coop Levante/Livorno: superstore fra servizio e take away

Piegata dal faticoso obbligo di ripetere e superare gli strepitosi numeri portati nel recente passato, la formula “ipermercato” deve ora difendersi anche dall’esplosione di nuove insegne specializzate nei rispettivi contesti merceologici: dal petfood/petcare, alla drogheria chimica, dall'elettronica di consumo al casalingo generico, esse, sulle medio-grandi superfici specializzate, oltre ad approfondire le gamme…
0 Shares



Partnership IDM-GDO: come si può andare oltre gli eccessi di produzione?

È complesso a realizzarsi in modo chiaro, rapido e concreto, talvolta sottomesso da ambigue negoziazioni e miopi mentalità commerciali, lo scopo “win win”, quello in cui si vince tutti insieme per il meglio dei consumatori, ma soprattutto per il bene della proficua e duratura sostenibilità dei  programmi aziendali, potrebbe essere la destinazione con l'itinerario più semplice da percorrere ad elevata velocità e…
0 Shares



Il 2×1 e i tratti della promozione tematica

Se “qualità” e “convenienza” sono moventi per deliberare la preferenza in favore di un'insegna distributiva, “acquisizione” e “ritenzione” sono questioni determinanti su cui quest'ultima è bene si organizzi strategicamente per propiziare e consolidare le opportunità che le possono venire concesse dall'utenza…
0 Shares



Mobili? C’è anche Gran Casa. Tre livelli di loyalty

La modernizzazione della vendita al dettaglio di massa ha coinvolto anche il settore di “mobili ed accessori per l’arredamento”, un tempo gestito prevalentemente da artigiani. L’apertura a traffici e volumi elevati ha imposto economie di scala e ottimizzazioni dei costi in funzione di sostenibilità che oramai esigono prezzi bassi e chiare funzionalità, oltre a capaci abilità nel trattenere le preferenze dell’utenza…
0 Shares



UniCoop Tirreno/Serravezza (Lu): febbraio è il mese dei soci ?

il nostro scopo? Vendere buoni prodotti ad un buon prezzo, sostenere i redditi dei soci e l’economia del territorio! Direbbero così in UNICOOP TIRRENO e forse sarebbe la risposta migliore, in cui la tensione verso il profitto è motivata dal nobile ideale di redistribuirlo a beneficio dei soci operosi e del territorio in cui sono stanziati…

0 Shares



Unieuro Club: fidelizzare come Esselunga?

La convenienza, “manifestabile” nei negozi fisici e “delocalizzabile” persino nei trafficati canali virtuali, rappresenta una tra le vie più sicure per raggiungere consenso presso i consumatori. Quanto però è “conveniente” per un consumatore, può anche risultare “conveniente” per un distributore ? Probabilmente la risposta più attendibile coinvolge il termine “equilibrio” e la sua…
0 Shares






Leroy Merlin: “In caso di casa” può fidelizzare?

Il mercato odierno è configurato in maniera tale da dispensare opportunità a tutti gli operatori coinvolti: fornitori, distributori e consumatori. E se le opportunità riconosciute sono componenti indispensabili perché vi sia concorrenza, è proprio su questa che i distributori disputano al fine di ricavare una base di lavoro stabile, fondata sulla capacità di fidelizzare…
0 Shares



La fidelizzazione in Oviesse per un consumatore stabile

Abitudini d'acquisto influenzate dalle tendenze del momento rendono i consumatori che si rivolgono al settore di abbigliamento, calzature ed accessori come clienti fisiologicamente “infedeli”, dediti ad una sorta di nomadismo che solo efficaci campagne di fidelizzazione potrebbero eventualmente debellare…
0 Shares



RisparmioCasa: drogheria chimica e bazar in EDLP

La distribuzione di massa, strutturata sulla quotidianità di supermercati, discount, superstores e ipermercati ha contribuito silenziosamente a tutelare il potere di acquisto. “Sotto traccia”, ha svolto azioni democratiche, interclassiste ed inclusive, capaci di contenere l’ampliamento delle distanze sociali, come una sorta di enorme ammortizzatore sociale…
0 Shares